img
30
gen
I Giorni della Neve

Serate

Serata con Michele Freppaz e Francesco Casolo, autori del libro "I Giorni della Neve"

30 Gennaio 2020, ore 21:00, Auditorium Aldo Moro, Saronno

Una panoramica sulla montagna, con un occhio di riguardo all'inverno, con foto e video. I temi trattati vanno dai meccanismi di formazione del cristallo di neve, alle valanghe, dai ghiacciai, ai primi scienziati alpinisti.
 

MICHELE FREPPAZ

Professore associato di pedologia e n ivologia presso l’Università di Torino, afferisce al Dipartimento di Eccellenza di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari. E’ Presidente del Centro Interdipartimentale sui rischi naturali in ambiente montano e collinare NatRisk. Nel 2009 è stato visiting professor presso l’INSTAAR (University of Colorado) mentre dal 2014 è Direttore Scientifico della Summer School IPROMO-International Programme on research and training on sustainable management of mountain areas, in collaborazione con la FAO-Mountain Partnership. Dal 2009 è responsabile scientifico del sito di ricerca LTER “Istituto Mosso”. L’attività scientifica negli anni si è concentrata in modo particolare sulla genesi e il funzionamento dei suoli d’alta quota, anche in relazione alle caratteristiche della neve e delle valanghe, con la partecipazione a progetti di ricerca non solo nelle Alpi, ma anche nelle Montagne Rocciose, Ande e Himalaya. E’ autore di più di 300 pubblicazioni scientifiche e nel 2018, sperimentando fra romanzo e scienza, ha raccontato le Alpi, la criosfera e il cambiamento climatico con lo scrittore Francesco Casolo, ne I giorni della neve (De Agostini), finalista al Premio Itas, al Premio Rigoni Stern e vincitore del Premio Federbim-Valsecchi 2018.

FRANCESCO CASOLOScrittore e sceneggiatore, da anni scrive di mondi e storie eccezionali. Ha raccontato in due libri (Stanotte guardiamo le stelle e I ragazzi hanno grandi sogni, Feltrinelli Editore) il viaggio del rifugiato afghano Alì Ehsani da Kabul a Roma, un’avventura incredibile, pubblicata anche in Francia e da cui ha tratto la sceneggiatura per il cortometraggio Baradar (Brother). Ha fatto conoscere ai lettori italiani e tedeschi il mondo degli inuit groenlandesi in una trilogia scritta a quattro mani insieme all’esploratore artico Robert Peroni (In quei giorni di tempesta è il lavoro più recente, Sperling & Kupfer Editore).  Da sempre appassionato di montagna, nel 2016 ha accompagnato Tamara Lunger nella stesura della sua biografia, Io, gli ottomila e la felicità (Rizzoli), e nel 2018, sperimentando fra romanzo e scienza, ha raccontato le Alpi e il cambiamento climatico con il nivologo e pedologo Michele Freppaz, in I giorni della neve (De Agostini), finalista al Premio Itas e al Premio Rigoni Stern.  È docente di cinema presso l’Istituto Europeo di Design.